ALTRE STORIE

Fare lo scrittore dilettante dalla quinta elementare mi ha aiutato, se non altro, a diventare giornalista professionista da ormai molti anni, nei quali ho inevitabilmente lasciato qualche traccia.

A partire dal 2000 ho scritto per le riviste di moto più importanti, e anche per le meno importanti. Ho guidato almeno cinquecento modelli diversi di moto e scooter, per un totale di circa mezzo milione di km; ed è probabile che mi troviate da qualche parte in edicola, finché sopravvivranno le moto e le riviste di moto.

Dal 2000 al 2010 ho lavorato soprattutto a Motociclismo, la più antica rivista di moto del sistema solare.

Nel 2011, pensando di fare una cosa più utile, ho cambiato editore per sviluppare il progetto di un magazine incentrato sui temi dell’energia: e di conseguenza dell’ambiente. Si chiamava Ambientenergia, per noi che ci lavoravamo semplicemente “Amen”, e pur essendo una bellissima rivista durò, per vicissitudini societarie, appunto un amen: un solo numero.

Nel 2012 sono stato sostanzialmente disoccupato. Se vogliamo vedere il bicchiere mezzo pieno, ho completato la stesura di BlowJim; nella mia banca, però, si ostinano a vedere l’altra metà del bicchiere.

Dal 2013 sono tornato a scrivere stabilmente di moto, sulle riviste XOffRoad Dueruote.

 

Eccomi qua:

Nel 2015, ormai rassegnato al mio destino di scrittore mancato, sono stato coinvolto da un vecchio amico nel progetto di un magazine online sugli anni 80, un decennio in cui eravamo bambini o adolescenti e di cui entrambi ci ricordiamo soprattutto allegria e belle giornate di sole, che ci fa piacere rivivere.

glianni80 è un contenitore un po’ pazzo e assai variegato sia per temi che per stile, comunque trovate qualcosa di mio anche qua.